Il saluto

Sentire caldo e poi freddo. E poi dire cose che non vengono capite e recepite. E, comunque, anche se sbagli, nessuno te lo dice perché è più comodo e semplice stare in silenzio e togliere la parola e il saluto. Togliere il saluto? Ma, senza essersi almeno chiariti, che senso ha? Eppure capita. Eppure non si è combinato qualcosa di grave. Le incomprensioni si gonfiano come fiumi in piena che poi diventano impossibili da risanare. Ho apprezzato chi si è avvicinato e mi ha detto che si era sentito offeso. Basita, ho pensato e metabolizzato… poteva essere… ho chiesto scusa e mi sono sentita mortificata, nonostante credessi di essere nel giusto. Come ci si fa a migliorare se non arriva qualcuno e si espone e ti dice che hai sbagliato? Togliere il saluto, per me, equivale a fare un errore ancora più grosso.