Sto bene

Mattinate che passano veloci, anche troppo e senza nemmeno che me ne accorga. Passano così. Sempre tanto intense di tutto. Ascolto una canzone.

E sto bene…
sto bene come uno che si sogna…
non lo so se mi conviene
ma sto bene, che vergogna…
Io sto bene…
proprio ora, proprio qui…
non è mica colpa mia se mi capita così…

E’ come un’illogica allegria
di cui non so il motivo, non so che cosa sia…
E’ come se improvvisamente
mi fossi preso il diritto
di vivere il presente…

E sto tanto bene anche io. Mi sono presa lo stesso diritto, quello di stare bene nel presente.

Silenzio

Sono qui, nel silenzio di casa, al fresco artificiale. Ho spento anche la radio. Mi sento bene. Mi sento molto amata. Come un dono che mi è stato fatto in questa vita. Tutto questo mi lascia senza fiato e mi lascio ispirare da questo silenzio che, per una volta, mi rende lieta e non inquieta. Ripenso al viaggio che farò e a quello che sto facendo anche qui, da sola. Ho superato dislivelli enormi. Mi sento preparata anche se tutto è una sorpresa. A me piacciono le sorprese, molto. Mi piace tanto ricevere regali incartati. E questo lo è. Ha una carta di un colore meraviglioso e mai visto prima. Prendo aria. Respiro.