Per te

Scrivo, mentre una persona, che fa parte della mia vita, soffre. Scrivo perché davvero non so che altro fare. Non lo so se leggerà queste parole… ma io le scrivo per lei. Sono qui. Nei miei drammi è sempre arrivato qualcuno come se fosse uscito da un cilindro. Miracolosamente. Sono arrivate persone impensabili e inaspettate ad aiutarmi. Puoi anche dire grazie, ma ti senti come se non avessi ridato indietro abbastanza. Allora ti poni in quella condizione di diventare sensibile in certi momenti e pronto a dare una mano. Sono qui a fare quello che altri hanno fatto con me. Non c’è bisogno di parlare ma, a volte, vedere una presenza, anche muta, fa bene. Sono qui. Cercami se vuoi e hai bisogno. Quando sarà tempo, col tuo tempo. Ti penso.