Nuovi equilibri

Vivo in una regione abbastanza instabile. Su, giù, su, giù….
Inizio un viaggio, il mare si innalza.
Aspetta… ora mi riassetto, mi sistemo, mi faccio carina, mi metto il rossetto. Esagero: due passate veloci di mascara che sembra una. Mi guardo allo specchio… non è che ci posso passare troppo tempo davanti: ho fretta.
Forza, avanti, non c’è tempo per riposarsi.
Ora te lo dico chiaro: dovrai rimanere qui vicino e, quando sarà il momento giusto, risalire in superficie. Sta per arrivare il segnale…è promettente.
Senti… dici che si può respirare sott’acqua?
Allora aspetterò un aiuto. Al momento giusto saltiamo: ci salveremo la vita. Hai paura? Stringiti pure a me.
Arriverà quel tempo nel quale saremo obbligati ad assestarci su altri e nuovi equilibri.
Pronti? Buttiamoci!
Finalmente liberi.