Tornare su

Il mio libro è dedicato all’ Angelone.
Nel mio periodo peggiore mi ha aiutato tanto e io non me lo posso scordare. Cerco di non scordarmi mai di tutti quelli che mi hanno aiutato e mi sono stati accanto nel mio periodo buio. Angelone era come me. Sempre sorridente ed entusiasta della vita. Poi non lo è stato più. Non c’è malattia peggiore di quella che ti fa stare costantemente in un tunnel buio e ti fa sentire come se non avessi scampo. Ho amato chi mi è stato accanto in modo silenzioso. Sono qui. Tornata alla vita e non solo grazie a me.