Racconto storie. Mie o di altri.
Mi piace parlare di ciò che sento uscire anche dalle altre bocche e non solo dalla mia testa.
Scrivo perché ho paura di perdere i miei ricordi o di non riuscire a bloccare e fissare momenti.
Per me è importante non perdere la mia memoria nel senso di tutto il mio vissuto, quello che mi ha fatto diventare la Ale che conosco.
Ho fame di farlo.
La bellezza dei ricordi rende la mia casa un posto estremamente ricco. Foto, post it, appunti, cose annotate sparse per la casa. Oggetti appartenuti a qualcuno di speciale.
Tutto può curare le mie ferite.
Anche due quaderni fatti per me da una persona, con le sue foto e le sue frasi. Una persona che chissà quanto mi avrà stramaledetta… ma anche questo fa parte della me di oggi.
Mi hanno ripetuto spesso quanto fossi irresponsabile e pazza. Ma non sono nulla di ciò. Per davvero.

Ho una foto della mia nonna. Bellissima. Quella pelle chiara mi ricorda ancora della seta di buona fattura, morbida,liscia e bianca.

Ho raccolto opinioni delle più svariate. Ma ho sempre fatto di testa mia.

Mi sono spesso preparata per fare festa. Perché mi piace. Mi rende ciò che davvero sono.

Mi sono presa cura delle persone che ho amato. Con cura e delicatezza il più delle volte. Le ho prese e riposte dentro, facendo posto, stringendo qualcosa d’altro.

Sono Ale. Vedo cose strane, sento emozioni sulla pelle anche di cose che ci sono state e provate da altri.

Procedo rapidamente ma sempre nella direzione opposta e sbagliata.

La mia nonna.

@quadernodiemozioni

38 pensieri su “Pelle bianca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...