È quando apparecchi la tavola che ti rendi conto di chi ti manca accanto.
Togli un piatto. Poi un altro e un altro ancora. E così.

È quando c’è una festa che ti prende dentro quella cosa. Una cosa triste che tenta di prendere il tuo cuore e stritolartelo forte.

Le occasioni per stare con chi ami, le feste comandate e non, il ritorno in città dove prima correvi a salutare tutti.

Allora decidi di festeggiare ugualmente.

È quando ti prepari per iniettarti il cortisone che capisci quanto hai assorbito dalle tue persone del cuore.

Prendi e inietti  come se nulla fosse. Come faceva il nonno.
Sei speciale come lo era lui. Non hai paura di nulla e questo te l’ha passato lui.

Le persone ti rimangono ancorate dentro. Certo, non ci sono. Quanto pagherei per potere riabbracciare chi ho perso.

Le mie persone. La mia famiglia. E noi che rimaniamo andiamo avanti barcamenandoci alla bell’e meglio.

Quanto amo chi mi ha fatta crescere e mi è stato accanto, senza mai lasciarmi un secondo anche nei miei momenti peggiori. Mai. Mai un passo indietro. E ne hanno viste di cose. Anche soffrendo dentro.
Ogni volta mi rialzavo. Lo faccio ancora. Lo facevo per me. Lo facevo per loro perché il dolore che provocavo, anche non volendo, era enorme.

Mi rialzo ancora. Sempre.

Questo periodo ultimo della mia vita è stato semplicemente atroce. Tutto insieme, troppo forse da sopportare. Ma sono qui. I piatti non li conto più.

Saluto chi amo. Ciao a tutti. Saluto me perché dentro li ho tutti in fila che mi guidano un po’, per quanto sia sempre stata ingestibile. Folle. Ma dal cuore generoso e buono. Gli ultimi eventi non lo hanno dimostrato molto. Ma dentro sono buona. Ora mi curo. E mi prendo cura di me.
I deliri capitano. Non posso controllare tutto.

Vivi felice. Lo diceva il nonno ogni volta che mi prendeva la faccia tra le mani e mi baciava forte.

Sì, nonno. Vivo felice. Per quanto possa costare la felicità.

20 pensieri su “Il costo della felicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...