Non ci vuole poi tanto.
Una piccola torta e un buon bicchiere di vino. Anche due. Tre sarebbe perfetto. Ma che sia buono.

La torta per due, per te oggi e per me domani. Come eravamo soliti fare.
Una candela, che spegnevo io.
Oggi non riesco.
La belva è tornata dentro di me, ho le orecchie di Dumbo e la testa di Rocky di Cher.

Ho una maschera anche io, come lui.

Fra qualche giorno le mie saranno sembianze di un castoro.

La febbre non passa, l’infezione avanza.

Tre bicchieri. Sì, meritatissimi.  Come la brioche più grande al mattino.
Mi può gentilmente dare  la più grande che ha?
E sì, te la danno in modo felice  ridendo di te.

Auguri al mio papà unico e speciale.

29 pensieri su “Ridendo di te

      1. Allora ti dico che lui si sente il papà migliore del mondo. Che aspetta solo di vederti ogni giorno Ale, quella di sempre. Che ride, tanto, su tutto. Che è molto più donna di quello che può sembrare, che è una meraviglia dentro (lo sai).
        ☺️😘

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...