Quando si è in cerca di una nuova amicizia oppure di un lavoro nuovo, ci si deve assolutamente presentare esprimendo il proprio orientamento sessuale e con in mano la scheda sanitaria dettagliata.

Quando intendono dati personali, non si deve levare di tasca la carta d’identità poiché non sono là dentro i dettagli che interessano.

Quindi per farvi un esempio

Eterosessuale, razza bianca, malata, Alessandra.

La discriminazione si verifica quando una persona viene ingiustificatamente trattata in modo diverso o esclusa da un servizio o da un’opportunità (un lavoro, una casa, una prestazione sociale o sanitaria, un mezzo di trasporto pubblico, ecc.).

Esistono forme di discriminazione che possono essere dovute alla razza, alla religione, alle convinzioni personali, a una disabilità, all’età, all’identità sessuale o al genere.

La discriminazione è un comportamento (un’azione o una omissione) che causa un trattamento non paritario di una persona o un gruppo di persone, in virtù della loro appartenenza ad un determinato gruppo sociale.

31 pensieri su “Discriminazione

  1. Purtroppo, specie se c’è di mezzo un lavoro (dando per assodato che ci siano competenze e capacità in chi si propone), alcuni fattori sono ancora determinanti, poiché alcune scelte potrebbero produrre risultati differenti… e le aziende non sono onlus, ma attività che perseguono un profitto e, se a loro detta, certi fattori lo mettono “in pericolo” allora trovano una scusa (perché mica te lo dicono il vero motivo per cui non ti scelgono) per passare al successivo candidato.

    Piace a 1 persona

    1. Ma in che modo il mio orientamento sessuale potrebbe essere un problema per l’azienda? Anzi se sono omosessuale l’azienda “ci guadagna” è più difficile che io abbia figli e di conseguenza meno problematiche per l’azienda

      Piace a 2 people

      1. Non so, ma mi viene in mente una figura commerciale o a diretto contatto con il pubblico: in quel caso, ipotizzo, in caso di ostentazione di atteggiamenti “non tradizionali”, le aziende possono pensare che abbia un impatto negativo sulla clientela…
        È una mia ipotesi, sia chiaro.

        Piace a 1 persona

      2. Diciamo che chi ha certi ruoli generalmente non si comporta in maniera non convenzionale e per “arrivare” a certi ruoli devi essere una persona di un certo valore. Secondo me c’è molta più discriminazione nelle mansioni più “basse”. Io as esempio lavoro con il pubblico (soprattutto di una certa età) e li si che c’è tanta discriminazione

        Piace a 2 people

  2. Io non mi presento con il mio orientamento e non sono dichiarata non perché mi vergogno ma semplicemente perché io sono io a prescindere dal sesso della persona con cui potrei andare a letto… Alcune mie amiche si presentano dicendo subito il loro essere lesbica secondo me proprio per mettere le mani avanti e non perdere tempo con persone che non le accetterebbero però in un certo senso è un po’ come scappare

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...