Parole confuse
a volte inutili
a volte le chiedi
come una preghiera
sulle ginocchia sbucciate.

Parole vuote
a volte senza senso
a volte le riscrivi
come un diario fedele
sulle pagine strappate.

Ho sottolineato
letto e riletto
ho preso la matita senza punta
e ho solcato le pagine più vecchie.

Ho cancellato
guardato e riguardato
ho messo gli occhiali senza bacchette
e ho posato  la rosa  più bella.

11 pensieri su “Parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...