Ti parlo di lei, dal momento che non hai la possibilità di conoscerla, in questo momento.
E, siccome credo sia un grosso peccato, allora te la racconto con i miei occhi.

Lei è leale e onesta. Le bugie non riesce a dirle, nemmeno quelle a fin di bene. E, se le dice, le si arrossano subito le gote e le scappa un sorriso di vergogna che copre con la mano.
Parla tanto, forse anche più di me.
Ha gli occhi di un verde bellissimo, un verde brillante. E tanto vispi. Soprattutto quando ride. E ride e sorride spesso.
Lei accoglie le persone. Lo fa con lo spirito e anche con le movenze. Allarga le braccia e fa posto. Fa entrare e non respinge. Non è prevenuta. Ma se qualcuno non le va subito a genio, è difficile che si sposti dalle sue convinzioni.
Legge molto. È una delle poche che legge ancora il giornale di carta. Dalla prima all’ultima pagina. Si informa e si fa le sue idee.
È ordinata ai limiti dell’assurdo. È veloce nel pensiero. È rassicurante perché ti convince che c’è sempre una via alternativa.

Ci sono alcune persone della mia vita che vorrei averti potuto presentare. E, anche se non sarà la stessa cosa, allora te ne parlerò e continuerò a raccontartele. A modo mio.

Sai, sono contenta tu sia venuto per ascoltare me.

30 pensieri su “A modo mio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...