Sì, si può mettere un punto e ricominciare.
Si può cercare, impegnandosi, a non perdere le cose belle e accantonare quelle meno. Non è dimenticare, è voglia di ricominciare e andare oltre.
Ne vale la pena?
Sì.
Perché la vita è breve anche se hai la fortuna o sfortuna di arrivare a festeggiare il secolo.
I non detti o i detti male… che senso possono avere?
Vale la pena dire va bene, sorridere e andare oltre?
Sì. Ne vale la pena. E se ne vale la pena allora si può fare.


Che senso ha tediarsi o rattristarsi per cose che possono essere oltrepassate?
L’importante è non ferire appositamente e, anche se il risultato di un dolore non cambia, perché non lasciarselo dietro?
L’importante è spiegarsi. L’importante è avere voglia di guardare al bello.
La vita di nessuno è perfetta e di persone non toccate dal dolore forse non ce ne sono. Ma quante occasioni e belle esperienze si possono ancora fare?

Anche non epocali… sai, a volte è sufficiente prendersi per mano per fare un pezzo insieme… Sentire la mano di qualcuno che ti stringe e ti accompagna è una sensazione forte.


Ti prenderò per mano ancora dieci, cento e mille volte ancora ( quasi cit.).

38 pensieri su “Dieci, cento e ancora mille volte ancora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...