Milano, 6 novembre 2020.


Primo giorno del nuovo lock down.


Sensazioni ed emozioni: delusione, tristezza, solitudine.


Ho fatto un salto a comprare il giornale. La città è abbastanza vuota, nonostante il tg3 abbia detto il contrario. Ho in tasca l’autocertificazione nuova.
Ho in tasca anche la tristezza e una punta di preoccupazione per chi è stato investito da quello che avevamo iniziato a sentire un poco più lontano.

Come quando ti ritrovi a passare un dolore che avevi già vissuto.
Come quando, brillantemente, esci da un problema e, poi, ti si ripresenta.
Come quando vinci e poi riperdi ancora.
Come stare bene dopo una lesione e, prontamente, ti si ripresenta.


Così.

Ci si sente sconfitti e senza la stessa voglia che si aveva prima di combattere.
Poi capisci di non avere alternative. Accetti e vai avanti. La forza la ritrovi, il telefono lo rimetti sotto carica.
Ma è dura. Ripiombare nella stessa difficoltà che hai già superato, non ti fa venire la forza di riaffrontarla. Non subito.
Allora ti poni nell’ottica che devi trovare la ripartenza, anche questa volta.


Come ha fatto la tua mamma al secondo tumore e, poi, anche al terzo.
Come hai fatto tu alla seconda neurite e alla seconda ondata di attacchi di depersonalizzazione.


Ci si prova. Ci si mette davanti a un Western di terza categoria e si riparte. E mentre ti dici… ma porca miseria che cosa sto guardando? sorridi.


E si può anche decidere di cambiare telefono

60 pensieri su “Giorno 1

  1. O mia bela Madunina che te brillet de lontan
    Tuta d’ora e piscinina, ti te dominet Milan
    Sota a ti se viv la vita, se sta mai coi man in man
    Canten tucc “lontan de Napoli se moeur”
    Ma po’ i vegnen chi a Milan

    Piace a 1 persona

  2. Oggi anch’io sono triste e mi dispiace sapere certe cose. Sì, certo: ce la farai, e sì, certo, passerà pure questa ondata però mi dispiace e porto l’attenzione verso ciò che di molto personale racconti. Porca miseria, so anch’io cosa sono le neuriti, e so che gli attacchi fanno un male cane e che se la cura al cortisone, antibiotici e antivirali dovrebbero allontanare il nemico, quello si ripresenta sempre quando vuole lui, sempre troppo presto.
    Va bene, scusami, oggi devo concentrarmi sulle cose belle, che ci sono…
    Intanto tutto passa e saremo sempre più forti 😉💫
    Ti dò un pò della mia magia, funziona!!!! 🤞❤💫❤💫❤💃👭

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...