Ero piccola e non riuscivo più a vedere, in modo nitido, ciò che c’era scritto alla lavagna. Credevo fosse normale. Strizzando gli occhi riuscivo a leggere abbastanza. Quindi andava bene così. Con la classe andavamo a fare le visite agli occhi. Ci riempivano di gocce che bruciavano tanto. Odiavo quel posto e gli adulti che ci lavoravano dentro: erano tutti piuttosto rudi. E antipatici. Poi trovavano sempre il modo di tenermi dentro quella stanza di più: c’era sempre qualcosa che non andasse per loro. E avevo un occhio che rientrava in modo strabico. Ce l’ho ancora. Con gli anni è diventato un punto di forza ma all’epoca no… non andava mai bene. E mi riempivano di gocce infuocate spingendomi il mento verso l’alto. Poi anche la mia mamma se ne accorse che avevo problemi con la vista. Mi portò a fare una visita. Appena vidi il dottore con quelle gocce in mano… scappai urlando. Mi dovettero tenere in due per mettermele. Miopia. Occhialetti. Iniziai subito a non metterli mai. Mi piaceva vedere il mondo distorto e mi piaceva vedere le luci dei lampioni come fossero palle di fuoco giganti. Poi con la prima neurite ottica ho iniziato a perdere i colori. Che colore è? Bianco. No. Fucsia. Che colore è? Bianco. No. Giallo. Che colore è? Nero. No è verde. Perdere. Perdere qualcosa di sé è difficile da accettare. Ed è difficile riuscire a compensarlo con altre cose. Ma si può. Si può imparare a vedere in un modo tutto nuovo e proprio. Si impara a distinguere i colori anche quando appaiono tutti uguali. Apparentemente. E si impara a notare le sfumature, quelle che nemmeno credevi potessero esistere, semplicemente perché non ci si sofferma sui particolari. Ma è proprio grazie a quelli che si può presentare lo stratagemma giusto per imparare di nuovo a vedere. E poi trovi chi ha la pazienza di spiegarti bene che cosa stai guardando e di raccontarti talmente bene ogni particolare che ti sembra proprio di vedere anche tu e molto bene. E poi trovi chi ha voglia di ridere insieme a te quando chiedi Di che colore è? E poi inizi a guardare con gli altri sensi che hai a disposizione, anche chiudendo gli occhi. E sì. Puoi immaginare e puoi ascoltare.

30 pensieri su “Di che colore è?

  1. Che romantico e poetico.
    Vedere e percepire la realtà che ti circonda in maniera così personale ed intima, è una capacità davvero meravigliosa.
    Molti si limitano a guardare, tu vedi.
    E vedi un mondo in continuo movimento con i tuoi occhi e con con il resto dei tuoi sensi: una esperienza di vita che è rara e meravigliosa.
    Un po’ come guardare oltre l’orizzonte, sentirlo vibrare, con gli occhi che prendono il colore del mare…

    Piace a 3 people

      1. E trovo meraviglioso il tuo modo di vedere il mondo, con gli occhi trasognanti ma decisi, poetici ma risoluti, veloci ma fermi. Ed è facile per chi ti legge entrare in questo mondo, magari in punta di piedi, e farne rispettosamente parte.
        8

        Piace a 1 persona

  2. Anch’io fui portata dall’oculista in prima elementare:la maestra si accorse che mi si ingrandivano le pupille in modo esagerato.L’oculista disse che era una bellezza avere gli occhi cosi’ e mi prescrisse occhiali da riposo.Li misi un paio di volte e poi li abbiamo messi nel cassetto.Fino qualche anno fa c’erano ancora ,devo guardare se li trovo o li ho buttati.Buona serata Ape!

    Piace a 1 persona

  3. Mi hai ricordato che anche a me alle elementari è capitato di fare visite per schiena, occhi, peso e quant’altro per conto della scuola. 😱
    Per il resto che hai scritto: tu riesci a trovare sempre la bellezza nelle cose che ti accadono e non è da tutti.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...