Lo seguivo. Lo guardavo. Ogni tanto lo vedevo che si voltava per tenermi sotto controllo. Camminava a passo lento ma le gambe erano lunghe. Tre piccoli e veloci passi miei per star lui dietro. Che belle mani. Incrociate dietro la schiena. Forti. Mani che sapevano lavorare. Il mio mondo. Era tutto lì, in quella andatura così fiera e sicura. Tutto. Pensavo a quanto fosse tutto. Anzi no: non lo pensavo nemmeno, perché le cose stavano così da sempre. Nemmeno mi ponevo domande. Avevo tutto lì. Ora sì che ci ripenso. La mia vita affidata a lui. Così. Poi tocca a te, arriva il tuo turno. Affidare qualcosa di prezioso oppure prendere in custodia qualcosa di prezioso. Prendere in consegna con le braccia aperte senza alcuna paura.
Lo vedo davanti, ancora, quel pino. Eccome. Io sotto, tanto piccola e minuta che lo abbracciavo senza arrivare al punto che le mie mani si potessero congiungere. Trasmettere l’energia tua a chi vuoi abbracciare. E prendere la sua ma non in prestito. Prendere e conservare, con cura. Eh sì, perché bisogna avere cura delle cose altrui, dei sentimenti altrui, delle emozioni altrui. E delle proprie. Sì, quello sempre. Prendersi cura di sé. Con amore e dolcezza e con un sorriso. E perdonarsi e provare gioia nell’essere come si è. Avere qualcosa di prezioso tra le mani. Custodirlo sempre e per sempre come un ricordo che si costruisce. Io ho tutto dentro. Scrivo per non perdere. Se questa malattia mi vorrà portare via le mie cose e i miei ricordi ecco… io rileggerò, con cura. E ci saranno un sorriso, una risata, una lacrima. E avrò ancora voglia di abbracciare quel pino.

22 pensieri su “Il pino

  1. Avere cura è un profondo atto di Amore. E tu, Ale, ne sei ricolma e si vede. Continua ad aver cura, e continua ad emettere e trasmettere energia. Perché quello che scrivi, è energia. Una bella energia, che avvolge tutto. Continua ad avere cura, ad emozionati ed a emozionarci.

    Piace a 2 people

    1. Che bello grazie. E leggo. Ho letto. E si… Ho tante cose da dire. E mi sono riempita d’amore e mi sento stracolma. E se l’energia si può davvero trasmettere… Io lo faccio. E grazie sempre. E si… Qualcosa della quale bisogna verificare bene.

      Piace a 1 persona

      1. Ne trasmetti tanta, davvero. In varie forme. Leggerti spesso è musica, qualche volta è luce, altre un terremoto. Leggere il tuo blog è sempre una bella esperienza, un raggio di luce nel buio che spesso i circonda.
        Non smettere mai, il mondo ha estremamente bisogno del Bello, sopratutto di questi tempi.
        E leggerti è bello.

        Piace a 1 persona

  2. Tutto quello che amiamo o abbiamo amato resta in qualche modo con noi. Sapessi quanto ho perso nelle pieghe del mio cervello…e chi lo sa! Ma se tanta gioia di vivere è compressa in me, anche mentre attraverso le tempeste, vuol dire che non ho perso niente, è tutto costruito in me.
    E allora il pino avrà sempre un profumo speciale per te, non scompare.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...