Domande su domande. Me lo insegnò bene. “Fai domande e colma la tua curiosità e sii sempre pronta a volere sapere. Domanda sempre, piccola bimba. Sempre. Non stancarti e, se non ti ascoltano, urla. Urla più forte che puoi così sentiranno che ci sei. E ti vedranno, eccome se ti vedranno. Saranno costretti a vederti. O tu continuerai ad urlare.”
Sì. Eppure lui mi ascoltava. Eccome se mi ascoltava. E rispondeva a qualsiasi domanda facessi. “Impara solamente molto bene l’italiano e porgimi domande corrette. Usa le parole più appropriate”… appropriate… io nemmeno sapevo dire questa parola… la erre è sempre stato un problema di famiglia.
“Senti, vecchio amico, … ma i morti? Li hai mai visti e dimmi… come sono i morti? Come si fa a riconoscerne uno? Ed è vero che bisogna averne paura? E il sangue… lo hai mai visto del sangue sgorgare tanto? Dimmi dimmi raccontami.” La bimba tornava a casa. E non dormiva… aveva immagini che le facevano solo avere tanta paura…E se qualcuno domani sparasse a me? Caspita! E se domani dovessi vedere un morto? Che cosa potrò fare? E come farò a imparare la storia se qualcuno non continuerà a raccontarmela così bene? Perché, caspita, come me la racconti bene. Mi fai sempre capire tutto. E il Re… caspita che bello quando parlavi di Re e Regine. E ora? Chi racconta ora la storia alla bimba?

9 pensieri su “Curiosità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...