Oggi … oggi… che fare oggi? Ma… quasi quasi resto in casa… ho delle cose da fare… sì. Resto in casa… magari vado solo giù a buttare la carta… mercoledì… eh sì… al mercoledì svuotano il contenitore… vado subito giù a controllare… sì… voglio tenere sotto controllo la situazione. Aspetto il momento di buttare la carta da almeno una settimana… Sarà il momento più eccitante della mia giornata. No, anzi. Oggi esagero proprio. Quasi quasi busso al vetro della portinaia e la saluto. Sì… mi spingo verso il vetro… 24 passi… sono esattamente 24 passi tra me e la portineria. Sì, deciso: oggi esagero. Carta da buttare e portinaia. Ecco.. Mah… non vorrei esagerare… altrimenti domani che cosa mi rimane da fare di insolito? Solo la carta per oggi. Ah… può esistere emozione più bella dello buttare la carta? No. Che sensazione pazzesca… Ape in gabbia scopre cose ed emozioni nuove. E dà importanza a riscoprire le vecchie. Oggi mi sento di aver fatto un’azione bellissima. Me ne ricorderò. E ora? Sparo i Creedence a tutto volume.. E se qualcuno iniziasse a urlare anche contro la mia finestra… so io dove mandarlo… Ma dai su! Che altro avrete mai da fare voi altri… non credo possiate avere una vita più piena della mia… io almeno oggi ho buttato la carta!
È un sacrificio? No, ha ragione Colui. Non è un sacrificio così impossibile da affrontare. Si può fare e si deve.

39 pensieri su “Che emozione

  1. Si deve….noi domani…carta, peccato che io non debba uscire già bivacchiamo all’aperto…casa di campagna 😀
    Ma è bello aspettare gli operatori ecologici, ci salutiamo….mi dispiace non potergli offrire il caffè come il solito, per via della mascherina che sono obbligati a portare.

    Piace a 1 persona

  2. Io ho vicino a me le persone più care al mondo e, in questa sfortunata catena di eventi, me le godo tutto il giorno, con il telelavoro del figlio, la casalinghitudine forzata del marito, che ha fatto persino una torta di bietola squisita, la tremenda recrudescenza dei soliti dolori invalidanti alla schiena, che mi forzano una dolente semi-immobilità… in un certo senso sono anche fra i giorni più preziosi della mia vita, non aggiungo altro perché, comunque vada, sto raccogliendo doni a piene mani. Senza contare l’aria, il sole, i tramonti del mio bel terrazzo…e mi sento fortunata, senza chiedermi niente sul domani, né volere di più.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...