E mentre vado avanti

mi lascio dietro il disegno lontano delle montagne.

Il mio naso cattura il profumo del sugo del nonno.

Mi fermo e resto un po’ lì con le narici spalancate.

Pranzi nel giardino,

la nonna che ci passa i piatti dalla finestra del sottano.

La tovaglia gialla

e l’affrettarsi a mettere i piatti prima che il vento porti via tutto.

Imparare bene a mettere le posate nella giusta posizione.

Il tiglio butta giù i suoi fiori seccati,

sulla tavola apparecchiata di tutto punto.

37 pensieri su “Sugo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...