Rido. Ogni referto che ritiro è un punto di crescita. Rido. Rido di una donna assurda, quasi quanto me. Rido di quella donna che è felice di sapere ciò che ha. Rido. Nonostante i problemi e le preoccupazioni. Tanto ci sono ugualmente, non se ne vanno via con un muso lungo o triste. Rido, così perdo le calorie in eccesso che mi regala la mia pastiglia giornaliera. Festeggio con una birra in mano anche quello che non sarebbe da festeggiare. Rido. Mi alzo e dico Buongiorno Ale. E mi guardo allo specchio; saluto quel volto assonnato.

Rido un po’ di più. Ricordo le mattine d’estate con mio fratello. A casa da scuola, unico pensiero era quello di girare canale per ridere di ciò che dicevano. La corsa al telefono dei nonni, di nascosto, per telefonare a loro e accaparrarsi uno scioglipancia da regalare alla nonna.

41 pensieri su “Rido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...