Il primo passo, quello più difficile. Cercare di essere felici, anche quando la nuova cura vuole assolutamente azzerare il tuo umore. Sì, quelle pastiglie così carine alla vista, stanno facendo vacillare il mio umore. È un lavoro difficilissimo, ci provo. Tento di essere felice di ciò che faccio, cerco di riempirmi la vita con cose da fare. Ci provo, anche se è dura. Cerco di rubare, cerco di trovare posti da dove prendere energia. Sono momenti nei quali mi voglio aggrappare alla vita ancora di più. Sono molto arrabbiata con la mia testa, anche se non è colpa sua. Cerco, invece che provare dolore, di mettermi a cantare o a gridare o a ridere. Cerco di tirare fuori e di non trattenere i miei sentimenti. Vorrei essere un po’ serena, anche con tutto il male fisico che, a volte, sento. Quello lo sopporto, davvero. È quello interno che non voglio più provare. Ma possono pastiglie così piccole e carine essere tanto perfide e malefiche? Io almeno spero che facciano il loro dovere e che blocchino questa malattia almeno per un po’. Scrivo per riversare all’esterno.

64 pensieri su “Primo passo

  1. A volte anche solo gli ormoni “normali” influenzano il nostro umore, ne so qualcosa, ti prende quella sensazione bruttissima di non avere il pieno controllo dei tuoi comportamenti, delle tue reazioni. Figuriamoci poi medicine tanto “invasive”, ma tu fai tutto quello che puoi, hai questa forza enorme che forse viene anche proprio dallo scrivere, dal non tenersi dentro, e alla fine da questa accettazione difficilissima ma essenziale, che tantissimo dipende da noi, ma non tutto; e che accettare le cose su cui non abbiamo controllo, aumenta la nostra liberta’ di essere, su tutto il resto, pienamente “noi”. Un abbraccio strettissimo!

    Piace a 2 people

  2. ho l’umore super altalenante in questi giorni sembro sotto effetto di stupefacenti e invece sono io che faccio e disfo tutto da sola, figuriamoci i farmaci quello che vanno a toccare… libera tutto quello che puoi e fregatene del cattivo umore, io rivendicoil diritto di essere triste e fuori controllo. L’importante è che facciano effetto. Ti mando un abbraccio fortissimo

    Piace a 1 persona

  3. Scrivi…scrivi sempre …non fermarti e cerca sempre di rubare come dici ogni possibile scampolo di gioia. Ma poi di cosa parliamo….? Parliamo di te di qualcuno che alla fine sta chiedendo solo di vivere la propria vita in sintonia con un mondo apparentemente normale…ma distorto nelle tue percezioni. Fallo capire…facci sentire quella tua necessità di combattere…solo facendocelo intuire, solo imparando a capire te e tutti gli altri che non possono avere una vita pseudo normale…( condedimi il termine ) possiamo rendere le distorsioni normalità….perché alla fine qual’e’ il vero problema di una dramma? Non essere compreso. Maggiore sarà il grado di comprensione della massa…più tutto diventerà normale. Faccio un passo in indietro…riprendo il concetto di normalità…faccio la propozione…tra te e la giornata tipo di una persona che non vive ciò che vivi tu con quelle maledette pastiglie…scelgo te…scelgo te in ogni istante…perché tu mi insegni qualcosa..tu mi dai un senso smisurato del resto…che non avrei… Tu sei la differenza che necessità il mio migliarare…la mia umanità…i miei sensi di stare al mondo e la voglia di una vita che spesso disprezzo ma che non merito…cosi…se cosi non la aprrezzo almeno quanto te. Scrivi sempre Ale…scrivilo per tutti non per te…tu non hai bisogno di dover spiegare a te stessa cosa provi e quanta forza hai…perché esiste più coraggio in una semplice volontà di quanto coraggio non ci trovo nei padroni del mondo…coloro che ignorano tutti per se stessi. Hai tutta la mia attenzione perché io imparo da te ogni giorno . imparo a stare al mondo…rispettandone ogni forma….scusa potrei apparirti esageratamente chiaro…ma come ben sai sono alterato in questi giorni…e divento più diretto….ma tu sei una meravigliosa verità d’anima e di purezza che voglio ammirare

    Piace a 3 people

    1. Son senza parole… Lasciarmi senza parole è davvero un’impresa… Ci son volte che mio fratello mi urla al telefono Bastaaaaa non ne posso più abbi pietà 😂caspita davvero non credevo di esser così come mi vedi tu… Scrivo davvero a seconda di quello che ho dentro… Sbraito e dico ciò che provo… È una delle poche cose che mi riesce nella vita! E se riesce ne son davvero contenta! Grazie mille, sempre 😁😍😘

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...