Sposti i capelli con delicatezza. I tuoi o quelli di qualcun altro. Entri nella bolla, nel cerchio. Avvicinarsi. Nel tempo più breve, saltando tutti i passaggi intermedi. Contatti scambiati, cercati, voluti. Oppure capitati. Le mani ascoltano per noi, sono le orecchie di un corpo disattento. Ora devi vedere quanto tutto questo possa costare. A volte pende sul piatto, più di là. Usi l’olfatto, fai in modo che altri lo usino. Sono i tuoi occhi, di quel corpo ormai stanco. Metti sulla barra tutto ciò che hai a disposizione per raggiungere e per comunicare. Metti tutto lì sopra e te ne vai senza nulla addosso. Nudo e inerme.

Annunci

21 pensieri su “La bolla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...