Ape è diventata grande. Non donna, non mi sento una donna, chissà a che età si inizi a sentirsi donna. Quando mi danno della signora rimango basita…. come si fa a dare della signora a me? Ma vi sembra? Rimango ancora più basita quando mi danno del lei… Ma come si può darmi del lei? Con una faccia così da frescona? Però, in tutto questo, Ape è cresciuta. Sono in continuo cambiamento. Sono un vulcano che, ogni tanto, perde la lava e gli zampilli. Sono diventata una persona migliore. Sono migliorata come compagna, come figlia, come sorella non tanto perché sono sempre stata qui per mio fratello, ci sono sempre stata e sempre ci sarò. Sono migliorata come amica, sono una buona amica per molti e anche per me. Mi guardo furtivamente allo specchio e mi piaccio. Ogni tanto mi piace tirare delle somme, mi piace incensarmi perché Ape è, pur sempre, una ragazza vanitosa. Ecco qui Ape e i suoi quarant’anni. Ho avuto una festa meravigliosa, con tante persone che erano lì per me perché mi volevano bene. Ape è fondamentalmente una persona buona. Aspettavo una persona alla festa che non si è presentata e non mi ha neppure avvisata. Il giorno dopo ho mandato un messaggio. Mi è stata buttata lì una balla. Non va bene. Ape non si merita balle. Ape vorrebbe la verità, avrebbe accettato tutto. Anche solo essere avvisata. Un’altra persona non è venuta….ma mi ha detto Mi son dimenticato! E ho riso e tanto. Dite la verità ad Ape, in fondo se la merita. Sono stati quarant’anni meravigliosi. Ho fatto tante cose e visto posti e conosciuto persone. Ho avuto un nonno che, se sono ancora qui a pensarlo ogni giorno, vuol dire che è stato fantastico. Un passo dopo l’altro. Un giorno dopo l’altro. Ape è cresciuta e ha ancora un sacco di vita da vivere perché ad Ape piace godere delle cose. Ci sono persone speciali alle quali devo tutto questo. Prima di tutto ci sono io, poi la mia famiglia, il mio compagno e tutte le persone che mi pensano in un bel modo e che quando stanno con me si sentono felici e positive. Il motore che ha scatenato questa mia seconda bellissima vita è la mia malattia, dico mia perché, in fondo, le sono anche debitrice: mi ha dato uno scossone, un qualcosa che immagino come un gran calcio nel sedere per farmi rimettere in gioco e non dare nulla per scontato. Non do più nulla per scontato. Se amo lo dico, se odio lo dico, se mi deludono lo dico, se mi rendono felice lo dico. E dico tanti grazie soprattutto a chi ha voglia di ridere e divertirsi con me.

Ringrazio Laura per il servizio fotografico.

Annunci

80 pensieri su “Ape grande, grande Ape

  1. È commovente leggere il tuo messaggio perché tra tutte le cose che hai detto tutto era cosi maledettamente giusto da non trovare una cosa che potesse suscitare l’esigenza del contestarla. Per questo sono rimasto incastrato in questo meraviglioso messaggio che oltre alla commozione mi ha dato…forza di credere…voglia di non fermarmi mai perché tra le tue parole scorre energia e vita. Vita sottotraccia lo hai detto, urlato manifestato e donato a tutti. L’ammirazione che ho per te nasce da una cosa semplice… Sei viva, viva per tutti e viva per te.. Doni allegria ed insegni le piccole cose. Tante cose che hai detto e che le persone non apprezzano più. Non ti conosco, eccetto in una parte cosi bella che e lo scrivere e qualche foto che inserisci tra le tue parole…ma certamente posso dire cosa suscita in me ciò che scrivi ed è sempre forte la naturalezza con cui mi accogli dentro questi tuoi spazi senza trucchi ma ricchi di battiti. Sei una donna… A 40 anni lo sei ..ma hai la gioia di un tempo che non ha età… Come l’~aria come il vento come i sogni… E alla fine questo tuo essere cosi senza età dentro è ciò che arricchisce il restante delle persone che come me da te possono solo imparare. Brava

    Piace a 1 persona

  2. A questo punto, penso, che non ci si abitui mai a sentirsi donne, o sentirsi chiamare “signora” e così via. Ma hanno ragione quando ti dicono che tu hai un’età interiore bellissima, la migliore, alla quale tutti noi vorremmo tornare. 😀

    Piace a 1 persona

  3. La ballona puoi sempre tagliarla fuori, se preferisci e se resti ferita….altrimenti accetta la poveretta che è🙏poco ma sicuro tu sei il contrario!
    Per questo e molto altro mi piaci💋
    Ti dedico tutto! (Tra l’altro un best di Antonacci………..)
    ,@uguriiiiiiiiii❤

    Piace a 1 persona

  4. Che bella!! 😍
    Anch’io non ho il concetto del “sentirsi donna” 😅😀
    E anch’io preferisco la cruda verità alle scuse! È fondamentale!
    Sei saggia perché dalle difficoltà trai una spinta ad essere più forte, e non è per niente semplice né scontato, ricordatelo *-*
    Non come quel tuo amico che si è dimenticato 😂😂
    Buon compleanno 😘😘😘💕

    Piace a 1 persona

  5. È bellissimo tutto quello che hai scritto, ma “mi piace incensarmi” vince su tutto, dovremmo fare tutti così 😍 grazie per esserci sempre, grazie per come sei, grazie per tutti i giorni da quando ci siamo incrociate e per tutti quelli che ancora verranno… ti voglio bene Ape ❤️

    Piace a 1 persona

  6. Gran bella persona Ape! Trasmetti sempre una positività speciale, con le tue parole tocchi il cuore delle persone (il mio di certo), grazie per i messaggi sorridenti, colmi di gioia, di significato, di tenerezza, di vita! Auguri ancora!!

    Piace a 1 persona

  7. si cresce e si matura. Si prendono le lezione della vita e se ne fa tesoro. Tutto serve. Anche signora, il lei, che non fanno sembrare vecchi ma essere considerate persone da rispettare. Il tu è da centellinare non da usare con tutti e per tutti ma solo a quelli che ti stanno vicini e ti stimano.

    Piace a 1 persona

  8. riguardo al darti del Lei a me è successo col primo figlio, come uscivo con lui piccolino e magari andavo all’edicola o a fare la spesa di colpo tutti a dirmi “lei cosa desidera?” “lei cosa prende?” “signore tocca a lei”, devo ammettere che io che sono sempre sembrato un ragazzino ( mi danno tutti dieci anni di meno) bè devo ammettere che è stata dura. Ovviamente ora in sedia a rotelle non mi danno più del lei ma la gente normalmente tende a trattarmi da bambino (ecco un altro aspetto positivo della disabilità)
    Un abbraccio mia Ale carissima

    Piace a 1 persona

  9. È impossibile non lasciarsi contagiare dal tuo sorriso, dal tuo amore per la vita, dalla positività .
    E sì, anche delle tue fragilità.
    Perché sei una wonder women, ma così, ti sento un po’ più umana .
    😉❤️

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...